Info tel.+39 349 878 9128 Contatti
Ricerca struttura +
Your search results

La Valle d’Itria e i Bianchi Paesi dei Trulli

Nel cuore della Puglia la Valle d’Itria, la valle dei trulli, dove l’alternarsi di avvallamenti e poggi, la fitta presenza di trulli e masserie, i campi delimitati dai muretti a secco, creano uno dei paesaggi più belli della Puglia e di tutta Italia.

Un luogo davvero unico dove paesi come Alberobello, Martina Franca, Locorotondo, Cisternino, Ostuni regalano immagini ed emozioni da sogno. Negli antichi borghi di case imbiancate a calce, fra i palazzi barocchi arricchiti con fregi nobiliari, i cortili nascosti e il dedalo di viuzze lastricate si respira ancora l’atmosfera di un tempo.

A cavallo delle tre province di Bari, Brindisi e Taranto, la Valle d’Itria è ideale anche per chi è piuttosto esigente in fatto di mare, poiché consente di poter accedere facilmente sia alle lunghe spiagge di sabbia e roccia dell’adriatico, che a quelle cristalline dello Ionio.

Alberobello e Locorotondo

Ad Alberobello è nata la famosa costruzione dipinta a calce, con il tetto conico di “chiancarelle” di pietra calcarea, chiamata da sempre trullo. È qui che oltre 1000 trulli, stretti gli uni agli altri, formano un vero e proprio paese, tanto che Alberobello è stato definito la “Capitale dei trulli” e nel 1996 è stata riconosciuta dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità.

A pochi chilometri da Alberobello, Locorotondo, un paese dalla perfetta pianta circolare (da cui prende il nome: luogo rotondo) adagiato sulla sommità di una collina. É un borgo candido di case alte e strette, con il centro medioevale di strade concentriche, tetti spioventi e palazzi barocchi, racchiuso dalle mura immacolate e rimasto intatto nei secoli. Questa bellissima cittadina di origine medioevale deve la fama anche ai suoi vini tra cui il Bianco Doc di Locorotondo e, ancora meglio, il Locorotondo Vigneti in Tallinajo.

Vi consigliamo: per avere un colpo d’occhio spettacolare su Locorotondo e ammirare la rotondità del suo perimetro, di percorrere la provinciale Martina FrancaLocorotondo in direzione Locorotondo e arrivare in questo paese da Martina Franca.

Martina Franca

Distante appena 6 km, Martina Franca. Un tempo paese di nobili e briganti, Martina Franca è una delle città più interessanti della Puglia per il suo paesaggio naturale; il buon cibo fra cui l’ottima carne e l’eccellente capocollo (salame di maiale stagionato e particolarmente saporito); il particolare stile architettonico tardobarocco; l’interesse internazionale che riscuote il Festival della Valle d’Itria, grande rassegna annuale di musica lirica.

La città sorse negli ultimi anni del XIII secolo sull’area di un preesistente castrum d’età romana. Tra la fine del seicento e gli inizi del settecento Martina Franca visse un’importante stagione, diventando rifugio per artisti, letterati e scienziati locali.

Segno inconfondibile di questi fermenti è il Palazzo Ducale (oggi sede del Municipio) che segnò l’avvio del barocco di Martina Franca, uno stile architettonico e decorativo che rappresenta oggi l’espressione più alta della cultura cittadina.

Cisternino

Più rurale è l’atmosfera che si respira a Cisternino, quasi un villaggio orientale con case candide imbiancate a calce, cortili nascosti e un intrecciarsi continuo di viuzze labirintiche.

Nella piazza più grande del borgo antico, ogni estate l’associazione Pietre che Cantano organizza una interessante rassegna di musica contemporanea. Ai piedi di Cisternino si estende la vallata disseminata di trulli e masserie incorniciati da boschi di querce.

Ostuni

Un pò decentrata, a pochi chilometri dal mare, in eccezionale posizione panoramica, adagiata su tre colli, si affaccia su un tappeto verde – argenteo di ulivi, Ostuni, “la città bianca”.

Fu greca, longobarda e normanna, appartenne ai Francesi, a Isabella d’Aragona e anche ai Veneziani. All’interno delle mura turrite della fine del 400, il centro storico è un labirinto di vicoli suggestivi, un candido ricamo di case in pietra, palazzi e palazzetti barocchi uniti da scale, viuzze e botteghe. Al culmine dell’altura, dopo una intrigante passeggiata in leggera salita, la cattedrale del 400 romanico-gotica, dominata da un insolito timpano curvilineo e un meraviglioso rosone a 24 braccia.

Vi suggeriamo di ammirare Ostuni dal belvedere situato a 200 metri a sud della statua di Sant’Oronzo ( – patrono della città – posta al centro della piazza omonima e salotto cittadino) di notte, quando le luci intessono ricami d’oro, l’aria e la brezza hanno la fragranza del mare e i profumi della vegetazione sono portati dal vento, creando una vera e propria magia.

Ostuni come Cisternino e Martina Franca offre agli amanti della vita notturna numerose occasioni di divertimento grazie ai numerosi pub, caffè, wine bar e locali a tema. Numerose, sono inoltre, le feste e le sagre paesane, animate da bande musicali, luminarie e fuochi di artificio, che permettono al turista viaggiatore di scoprire l’anima più rustica e tradizionale di questi paesi.

  • Guestbook

    • Nathalie Machez 4 Maggio 2019:
      Nous avons logé dans le trulli à Locorotondo. Magnifique extraordinaire.... »
    • Jane Callaghan 23 Ottobre 2018:
      "We really loved Trullo Giulivo. It was just the right... »
    • Susann 20 Ottobre 2018:
      "Wir waren Ende September/Anfang Oktober zu fünft im Trullo Bella... »
    • Niside 18 Ottobre 2018:
      "Vacanza familiare per visitare e conoscere la zona.ospitalita della proprietaria... »
    • Familie Kiene-Vögtle 18 Ottobre 2018:
      "Wir haben unseren Urlaub in diesem wunderschönen Trulli sehr genossen.... »
  • Contattaci

    Hai una domanda?
    Siamo a tua disposizione per qualsiasi informazione

    Altre info »

  • Dal Blog